fbpx
esdebitami logo

 SERVIZIO HELP

Lunedì – Venerdì,  09:00 – 19:00

Esdebitazione: le condizioni per ottenerne la dichiarazione da parte del Giudice

Mar 3, 2021 | Esdebitami

image_pdfScarica l\\\\\\\\\\\\\\\'articolo in PDFimage_printStampa

Quali sono le condizioni che permettono di cominciare un percorso di esdebitazione?

L’esdebitazione viene concessa dal Giudice con un decreto al termine della procedura di liquidazione e consiste nel beneficio concesso al debitore per cui quest’ultimo vede cancellati definitivamente i propri debiti, anche se questi non siano stati soddisfatti integralmente con quanto ricavato dalla procedura.

Si tratta dunque di una soluzione definitiva raggiungibile solo attraverso una procedura prevista dalla Legge 3/2012, per attivare la quale è necessaria un’analisi della propria situazione finanziaria ed una successiva organizzazione degli step che portano alla liquidazione del patrimonio del debitore, qualunque sia la sua effettiva consistenza.

L’accordo con i creditori e il piano del consumatore sono due delle possibili soluzioni a disposizione del debitore per ristrutturare i propri debiti e le proprie rate, ma oggi vogliamo concentrarci su una terza via e sulle condizioni che permettono di intraprenderla: la liquidazione del patrimonio.

Il debitore può decidere di liquidare per intero il proprio patrimonio, indipendentemente dal suo valore, mettendolo a disposizione dei debitori e liberandosi completamente dai propri obblighi. Per ottenere questo beneficio, tuttavia, è necessario che ricorrano le seguenti condizioni:

  • Il debitore abbia fornito tutta la documentazione e le informazioni necessarie per il regolare svolgimento della procedura;
  • Il debitore non abbia beneficiato di un percorso di esdebitazione negli otto anni precedenti;
  • Il debitore non sia stato condannato per uno dei reati previsti dall’articolo 16 della Legge 3 del 2012;
  • Durante il periodo di liquidazione del patrimonio, il debitore abbia svolto un’attività produttiva coerente con la propria condizione, abbia cercato e non abbia rifiutato ingiustificatamente una posizione lavorativa;
  • Il debitore abbia soddisfatto, anche parzialmente, i creditori nel periodo precedente.

Viceversa, il beneficio dell’esdebitazione è escluso per il debitore che:

  • Abbia raggiunto un livello di sovraindebitamento sproporzionato rispetto alle proprie effettive possibilità. Si ritiene infatti che il criterio di meritevolezza sia applicabile a soggetti consapevoli e consci delle proprie scelte;
  • Abbia nei cinque anni precedenti utilizzato il proprio patrimonio per favorire uno o più creditori ai danni degli altri.

La Legge 3 del 2012 può essere quindi uno strumento estremamente utile, regolamentando tutte le condizioni e le possibilità a disposizione di chi ha accumulato debiti e rate sproporzionate rispetto alle proprie entrate.

Esdebitami affianca i propri clienti, aiutandoli a comprendere la strada da percorrere per migliorare la propria situazione economica e, soprattutto, per ritrovare la propria serenità.

Abbiamo già aiutato migliaia di famiglie, possiamo aiutare anche te!

Contattataci per una consulenza gratuita, compilando il form sottostante.

Richiedi ora una consulenza gratuita

Acconsento il trattamento dei dati

Share This