fbpx
esdebitami logo

 SERVIZIO HELP

Lunedì – Venerdì,  09:00 – 19:00

L’opportunità di crescita per l’Italia

Lug 7, 2021 | Esdebitami, News

image_pdfScarica l\\\\\\\\\\\\\\\'articolo in PDFimage_printStampa

Dopo mesi in cui ci si è dovuti concentrare sull’emergenza sanitaria e finanziaria del nostro Paese, possiamo finalmente tornare a parlare di crescita, o perlomeno di possibile crescita.

Abbiamo spesso fatto il punto della situazione sul debito pubblico italiano e sul suo rapporto con il PIL, era necessario per comprendere come saremmo dovuti ripartire una volta messa da parte l’emergenza sanitaria. Ripartenza che non dovremo affrontare in solitudine, bensì all’interno di un contesto europeo che ci fornirà un grosso sostegno economico. Proprio in questi giorni, infatti, verrà rilasciata la prima parte di fondi a vari stati europei, tra cui l’Italia, per permetterci di attuare il Pnrr, ossia il piano di ripartenza economica del paese.

Abbiamo già visto in questo articolo come verranno divisi tali fondi , oggi vogliamo invece concentrarci su alcuni numeri che saranno protagonisti della ripartenza economica italiana.

Dove arriverà l’Italia grazie agli aiuti europei?

Innanzitutto è necessario comprendere che gli aiuti europei non saranno la soluzione, ma il punto di partenza della soluzione. Si tratta infatti di quasi 200 miliardi di euro che serviranno a far ripartire determinati settori, modernizzandone e riorganizzandone altri.

Il punto di arrivo dell’Italia sarà quindi determinato da come tali aiuti verranno utilizzati e, nello specifico, dagli introiti economici derivanti da tutte queste iniziative.

La digitalizzazione e le attività green, ad esempio, sono operazioni che servono per permettere a settori che si sono trovati in gravi difficoltà negli ultimi mesi, come quello sanitario e quello scolastico, di poter sfruttare tutte le possibilità di ripresa da un punto di vista organizzativo ed economico.

Il primo trimestre del 2021 ha fatto registrare una leggera contrazione del PIL: ci si aspettava che già dai primi mesi del 2021 avremmo potuto leggere dati positivi, tuttavia le difficoltà di ripartenza di alcuni settori e l’andamento a rilento della campagna di vaccinazione hanno fatto registrare un -0,4% in termini di PIL.

Ci si aspetta tuttavia che il secondo trimestre del 2021 coinciderà con un cambio di tendenza, con una forte crescita del settore ospedaliero e dei servizi dedicati al tempo libero, compresa la ripartenza del settore turistico e un incremento di quello dei trasporti, soprattutto per quanto riguarda le compagnie aeree, che stanno gradualmente tornando a regime.

L’estate dovrebbe quindi spianare la strada relativamente agli ultimi mesi dell’anno, in cui gli aiuti europei supportati da investimenti pubblici fanno sì che ci si aspetti una crescita graduale dell’economia del Paese, entro la fine del 2021, oscillante tra il 4% e il 5%, per poi migliorare progressivamente già dall’inizio del 2022.

Le grandi risorse economiche messe a disposizione dell’Italia dovrebbero quindi permettere una crescita finanziaria che potrebbe autoalimentarsi grazie ai contributi fiscali generati.

Molti settori trarranno beneficio da tutto ciò da un punto di vista macroeconomico, ma non si può negare che calandosi nello specifico delle singole attività saranno comunque molti i soggetti che si troveranno in difficoltà economica. Se sei tra questi e ti trovi in uno stato di eccessivo indebitamento devi sapere che ci sono diverse soluzioni legali a tua disposizione, non esitare a contattarci per conoscerle!

Esdebitami ha già aiutato migliaia di famiglie, possiamo aiutare anche te!

Richiedi ora una consulenza gratuita

Acconsento il trattamento dei dati

Share This