SOS DEBITORI

Non sarai più solo!
Ai recuperatori del credito ci pensa lo staff legale di Esdebitami

Lunedì – Venerdì,  09:00 – 19:00

Il decreto “Cura Italia”, emanato il 16 marzo 2020, prevede diverse previsioni a sostegno di tutti i soggetti che si sono trovati in difficoltà economiche a causa dell’emergenza COVID-19.

Una delle previsioni del decreto riguarda in particolare la possibilità di sospendere le rate del mutuo per un periodo di tempo che arriva sino ai 9 mesi. La sospensione era già stata prevista per le famiglie consumatrici dal Fondo di Solidarietà istituito con la Legge n.244/2007 ed è stata estesa ai lavoratori autonomi e liberi professionisti che hanno un mutuo prima casa: anche loro potranno richiedere la sospensione del versamento della quota capitale, mentre gli interessi dovranno continuare a essere versati.

Il nuovo decreto “Cura Italia” prevede la sospensione delle rate per massimo due volte, per un totale complessivo quindi di 18 mesi. Potranno richiedere la sospensione del mutuo tutti gli individui titolari di un mutuo prima casa che si sono ritrovati in difficoltà economiche temporanee a causa dell’emergenza in corso: rientrano in questa categoria tutti i soggetti che hanno interrotto il rapporto di lavoro o che hanno avuto una riduzione o una sospensione dell’orario lavorativo.

I benefici della sospensione del pagamento delle rate, previsti dal decreto “Cura Italia”, sono quindi stati estesi ai lavoratori autonomi o ai liberi professionisti in grado di certificare un decremento superiore al 33% del fatturato del primo trimestre del 2020 rispetto a quello dell’ultimo trimestre del 2019, in seguito alle variazioni imposte dalle autorità competenti per il contenimento dell’emergenza COVID-19 (come chiusura dell’azienda, diminuzione dei posti di lavoro per il distanziamento sociale, etc.).

Come richiedere la sospensione del mutuo

La domanda di sospensione del mutuo va fatta direttamente all’istituto di credito che ha erogato il mutuo, presentando il modulo ufficiale di sospensione del mutuo con tutti gli allegati necessari.
In seguito alla richiesta, l’istituto di credito presenta la domanda a Consap che dà il nulla osta solitamente in 15 giorni di tempo.
Non sarà quindi necessario presentare il modello Isee (indicatore della situazione economica equivalente).

Se ti trovi in difficoltà economica a causa dell’emergenza COVID-19 devi sapere che esistono diverse possibilità a tua disposizione per superare questo momento delicato, senza la necessità di stipulare ulteriori prestiti che, pur permettendo momentaneamente di saldare le rate eventualmente rimaste arretrate, andranno inevitabilmente a gravare maggiormente in futuro sulle tue finanze.

Se sei interessato ad approfondire le soluzioni a tua disposizione per risolvere il problema del mutuo, o se in generale ti trovi in difficoltà finanziaria e vuoi intraprendere un percorso che ti porti a cancellare definitivamente i debiti, contattaci per una consulenza gratuita.

Il servizio SOS DEBITORI è attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 19:00, siamo attivi anche su Whatsapp al 350 0293659

Esdebitami ha già aiutato migliaia di famiglie a uscire dalla situazione di crisi economica, possiamo aiutare anche te!

Share This