1
esdebitami logo

 SERVIZIO HELP

Lunedì – Venerdì,  09:00 – 19:00

Un bell’esempio di avvenuta esdebitazione

Riportiamo una notizia tratta da La Repubblica, che potete leggere interamente CLICCANDO QUI , in merito al caso di un imprenditore emiliano oberato dai debiti, che tuttavia è riuscito a ottenerne un’ottima ristrutturazione grazie all’aiuto di professionisti e ricorrendo alla Legge 3 del 2012 .

L’imprenditore era titolare di una società edile con sede a Parma che, nel corso degli anni, si è trovata pian piano sull’orlo del baratro per i debiti accumulati: i numerosi lavori eseguiti e non pagati dai committenti, ovvero pagati in parte od in ritardo, e la crisi che ha colpito tutto il settore edilizio hanno portato alla chiusura dell’attività aziendale ed alla cessione della società.

Il debito complessivo accumulato ammontava aera di 36.000€ con le finanziarie, 270.000€ con le banche, 52.000€ con l’agenzia dell’entrate e fornitori da pagare per oltre 130.000€. Un totale di debiti pari quindi a circa mezzo milione di euro pesava su un ex imprenditore che, nel frattempo, aveva trovato un posto da lavoratore dipendente. L’uomo era riuscito infatti a reinserirsi nel mondo del lavoro ottenendo un impiego che gli vale circa 1.300€ al mese, a cui sommare la pensione del padre di 600€.

Come può una persona con mezzo milione di debiti riuscire ad avere una vita serena e un futuro roseo con uno stipendio di 1.300€?

Può farlo grazie alla Legge 3 del 2012.

La procedura di esdebitazione prevede infatti di poter ristrutturare l’importo dei propri debiti in funzione delle proprie effettive entrate, con l’obiettivo di arrivare alla cancellazione definitiva dei propri oneri.

In questo caso, la sentenza emessa dal giudice ha fatto sì che l’ex-imprenditore debba versare la somma di 300€ al mese, fino ad arrivare al raggiungimento della cifra totale di 18.000€.

Questo è lo spirito di questa legge: i 18.000€ di debiti da restituire con una rata di 300€ al mese sono un importo sostenibile per una persona che si è trovata in difficoltà ed ha oggi uno stipendio che si colloca nella media italiana del lavoro dipendente.

Si tratta di un bellissimo esempio di esdebitazione: un imprenditore che si è trovato ad affrontare enormi difficoltà finanziarie, causate dai mancati pagamenti dei propri servizi prestati e da una forte crisi economica del settore edile, ha trovato una soluzione a quello che si prospettava come un futuro estremamente complesso, sia da un punto di vista finanziario che da quello strettamente personale.

La legge permette di analizzare queste situazioni di involontaria e giustificabile difficoltà economica e di poterle ristrutturare per permettere al soggetto in difficoltà di avere comunque una vita economicamente sostenibile e senza eccessivi stress personali.

Se vuoi conoscere di più sull’esdebitazione visita il nostro sito e non esitare a contattarci!